I PILOTI FERRARI ALLA VIGILIA DEL GRAN PREMIO DI GRAN BRETAGNA

I due piloti della Ferrari sono stati intervistati alla vigilia del Gran Premio di Gran Bretagna. Queste le loro parole.

Charles Leclerc: “Credo che il problema, più che l’aggiornamento sia la fatica nel trovare il punto perfetto con l’assetto, perché vada d’accordo con l’aggiornamento. È su questo aspetto che siamo concentrati in questo momento. Abbiamo imparato molto in Austria, avendo girato in configurazioni diverse tra le macchine, continueremo a cercare l’ottimizzazione del pacchetto qui. Max è il pilota che probabilmente conosco di più in griglia, avendo corso l’uno contro l’altro da moltissimi anni, dal 2010 credo. Penso di conoscere più o meno come lotta, reagisce e si difende ogni pilota. A ogni modo, non lotto in modo diverso, provo sempre a difendermi alla stessa maniere e dipende in gran pare dalla posizione in cui ti trovi. Se lotti per la sesta posizione in campionato e Max è 100 punti avanti, potresti non battagliare tanto duramente. Ma quando c’è una vittoria sul tavolo, andrò sempre a tutta, chiunque avrò davanti. Conosco molto bene Ollie, sinceramente credo sia un pilota incredibilmente talentuoso. Quel che serve nel primo anno di F1 è molto soggettivo, varia da pilota a pilota e dipende anche da quanta preparazione hai avuto prima di arrivarci. Penso che Ollie sia ben preparato e l’ha dimostrato a Jeddah quando è saltato in macchina ed è stato subito molto forte. Il consueto consiglio che posso dargli è di non mettersi troppa pressione addosso. È molto giovane e veloce, non sta avendo una stagione facile in F2 ma non ho dubbi che sarà velocissimo una volta in F1.”

Carlos Sainz: “Il pacchetto ha ancora del potenziale che deve essere ottimizzato ma, nel breve periodo, vogliamo capire se abbiamo fatto un passo nella giusta direzione oppure no, perché aiuterà negli sviluppi successivi. È la è priorità numero uno della squadra. Dopo Barcellona siamo stati meno competitivi rispetto alle gare precedenti. Questo certamente suscita qualche preoccupazione. Vogliamo capire tutto ciò che riguarda la questione. Gli altri non restano fermi e stanno progredendo in modo esponenziale. Vogliamo tenere il loro ritmo.”

Elisa Goldoni

Crediti fotografici: Ferrari.

Questo sito utilizza i cookies.

Li utilizziamo per offrirvi la migliore esperienza. Se continuate a utilizzare il nostro sito, presumiamo che siate d'accordo nel ricevere tutti i cookie.