Max Verstappen tira le somme della gara

XPB – Pool/Getty Images

Max Verstappen non ama finire secondo, ma dopo una strenua difesa ha ammesso che non poteva fare di più per impedire a un sensazionale Lewis Hamilton di strappare la vittoria al Gran Premio di San Paolo. Al termine della gara, l’olandese ha dato la sua opinione sul controverso momento in cui ha combattuto il britannico al giro 48.

Verstappen è balzato al comando all’inizio e sembrava in ottima forma quando Sergio Perez ha superato Valtteri Bottas. Ma dietro di lui, il rivale per il titolo Hamilton stava volando e continuava a superare piloti.

Il pilota della Red Bull si è difeso con forza da Hamilton in più occasioni, incluso quando entrambi sono andati larghi alla curva 4 e lungo il rettilineo precedente, ma alla fine ha ceduto alla pressione.

“Abbiamo fatto tutto il possibile”, ha detto. “Penso che sia stata una bella battaglia, ma alla fine abbiamo perso solo un po’ di ritmo. Oggi abbiamo dato tutto ed è stato molto divertente. Abbiamo fatto una buona partenza, era importante andare avanti su Bottas e da allora ho cercato di gestire il mio ritmo”.

E che dire di quel controverso momento al giro 48 quando entrambi i piloti sono usciti di strada alla curva 4 mentre Verstappen ha mantenuto il comando? Gli steward hanno deciso di evitare un’indagine, ma l’olandese ha commentato così: “A un certo punto Lewis era dietro di me, ho potuto vedere che aveva un ritmo incredibile. Era già abbastanza difficile eguagliarlo. Abbiamo fatto tuto il possibile, ma non c’era possibilità di fare altro. In curva entrambi abbiamo cercato di passare davanti, ma sono andato largo perchè non avevo molto grip ed era la cosa più sicura da fare. A parer mio gli steward hanno fatto bene a non aprire un’indagine. E’ stata una gara molto divertente”.

Grazie alla prestazione in Brasile, Hamilton ha ridotto il suo svantaggio da Verstappen a 14 punti. Ci sono ancora tre gare a disposizione: “E’ così da inizio anno, la sfida è aperta e non possiamo sapere come finirà”.

Il compagno di squadra di Verstappen Perez ha cercato coraggiosamente di tenere Hamilton dietro il più a lungo possibile, prima di scendere al terzo posto e cederlo successivamente a Bottas, che ha beneficiato dell’arresto sotto la Virtual Safety Car per battere il messicano.

“Era importante cercare di tenerlo lì, altrimenti avrebbe messo subito pressione su Max”, ha detto Perez. “La velocità dimostrata dalla Mercedes sul rettilineo è stata pazzesca. Mi è capitato più di una volta di vederli abbastanza lontani a inizio rettilineo, poi di ritrovarmeli attaccati alla fine. Penso che Lewis abbia fatto una gara sensazionale, gli faccio i miei complimenti. E’ anche vero che con la VSC siamo stati sfortunati, ma fa parte del gioco”.

Vincent Marre