GRAN PREMIO DI ABU DHABI, L’ULTIMO DI SEBASTIAN VETTEL “MI MANCHERÁ TUTTO QUESTO”

Mark Thompson/Getty Images

Sebastian Vettel va a punti nell’ultima gara della sua carriera. Oggi ha corso il Gran Premio numero 299, conquistando quattro titoli mondiali (dal 2010 al 2013 con la Red Bull), 53 vittorie, 122 podi e 57 pole position. Intervistato da Jenson Button, ecco le sue parole e le sue emozioni dopo aver passato il traguardo in Formula 1 per l’ultima volta.

Sebastian Vettel: “avrei voluto fare qualche punto in più però questa gara mi è piaciuta, c’è stato un riscaldamento un po’ diverso oggi per arrivare in gara però una volta che si spengono le luci si pensa soltanto alla gara. Oggi magari non abbiamo scelto la strategia migliore ed è stato un peccato perchè penso che avremmo potuto guadagnare una posizione nel campionato costruttori però nel complesso è stata una gran giornata. Grazie a tutti i fan, tante bandiere, tante facce sorridenti e questo è stato molto bello per me. Sono sicuro che mi mancherà più di quanto lo riesca a capire ora. Hanno scelto di restare fuori ed una volta che le gomme sono invecchiate abbiamo perso molte posizioni, ma una volta che abbiamo scelto di fare una sosta non potevamo cambiare però si è rivelata la strategia più lenta oggi. Non è stato così piacevole quando vai indietro con la macchina, stavo facendo delle belle battaglie, anche alla fine con Daniel però non riuscivo ad avvicinarmi abbastanza però va bene lo stesso anche così, anche poter lottare con lui e siamo andati entrambi a punti, è comunque una bella conclusione ed un buon weekend. Mi sento un po’ vuoto, non ho molto da aggiungere. Gli ultimi due anni sono stati magari deludenti dal punto di vista sportivo però molto molto utili ed importanti per me nella mia vita, sono successe tante cose, tante le cose di cui mi sono reso conto e credo che sia un enorme privilegio essere nella posizione in cui siamo ma credo anche che questo comporti delle responsabilità e spero di poterle trasmettere anche un po’ agli altri piloti in modo che possano portare un po’ avanti del buon lavoro che ho fatto. Ed è bello anche vedere che possiamo ispirare le persone con quello che facciamo e con quello che diciamo e credo che ci siano cose molto più grandi e molto più importanti che girare intorno per gareggiare. Ma ovviamente è quello che amiamo e speriamo di poter trasferire, tramite questo, anche dei valori più importanti per noi. E questa è la cosa più grande per noi. Gli ultimi anni sono stati grandiosi in questo senso, grazie per i messaggi, grazie per le lettere e per tutto l’amore che mi avete trasmesso. Mi mancherà tutto questo ma è stata una vera gioia vivere tutto questo, grazie mille. È stato un weekend davvero diverso, con tantissimo sostegno ed è stata anche un’energia diversa rispetto a tutti gli anni precedenti, davvero piacevole. Non voglio sembrare sciocco però c’era tanto amore nell’aria ed è stato molto bello vedere tutto questo sostegno da parte di tutto il paddock , dalla comunità, da tutti i piloti. È stato molto speciale poterlo vivere, poter avere questa opportunità alla fine di dire addio in questo modo. Credo che ci vorrà un pochino di tempo per assorbire tutto e ci saranno dei momenti in cui ci ripenserò, è stato molto emozionante mettere le scarpe e la tuta prima della gara, mettere la musica che ho ascoltato per tantissimi anni e sono queste piccole cose e posso solo dire grazie a tutte le persone, al sostegno specialmente durante il periodo Ferrari. Ci sono stati degli alti e bassi però mi sono sempre divertito e sono molto fortunato a poter vivere tutto questo”.

Vincent Marre.