GRAN PREMIO DEL GIAPPONE, LA DIRETTA SCRITTA DELLA GARA: MINIGP A CAUSA DELLA PIOGGIA, VINCE VERSTAPPEN

Clive Mason/Getty Images

Leclerc sotto investigazione: vi terremo aggiornati su eventuali penalizzazioni. Grazie per averci seguito!

Bandiera: Verstappen, Leclerc (probabilmente finirà sotto investigazione per il taglio alla chicane), Perez, Ocon, Hamilton, Vettel, Alonso, Russell, Latifi, Norris.

Ultimo giro: Perez è attaccatissimo a Leclerc, quasi si toccano ma il monegasco riesce a tenerlo dietro. Lungo di Leclerc che taglia la chicane ma rientra davanti e taglia il traguardo in seconda posizione. Potrebbe essere penalizzato.

Tempo scaduto, inizia l’ultimo giro. Verstappen ha 25s di vantaggio su Leclerc, che è ancora in lotta con Perez. Ocon è ancora davanti ad Hamilton.

2 minuti: Leclerc stava perdendo la vettura, riesce però a stare davanti.

3 minuti: Alonso supera Latifi e si porta in ottava posizione. Leclerc per ora riesce a tenere dietro Perez ma è molto complicata la gara per lui. Verstappen chiede se può entrare ai box senza perdere posizioni.

5 minuti: Leclerc perde 2.5s al giro da Verstappen. Perez affianca il monegasco ma non riesce ad affondare il sorpasso.

6 minuti: Perez è a tre decimi da Leclerc. Sarà impossibile per il monegasco tenere la seconda posizione.

8 minuti al termine, Alonso in pit (2.9s). Perez ormai è sotto il secondo da Leclerc.

9 minuti: Hamilton cerca in tutti i modi di superare Ocon ma il pilota Alpine gli continua a dare filo da torcere.

10 minuti al termine, Leclerc si trova a 16.5s da Verstappen e Perez ormai è ad 1.7s.

12 minuti: Russell supera Latifi e si porta in ottava posizione. Tsunoda fa il pit stop. Giro veloce di Zhou 1:44.411.

13 minuti: pit stop per Gasly (2.4s). Hamilton riprova il sorpasso alla 130r ma non riesce a superare Ocon.

14 minuti: Hamilton ancora non riesce a superare Ocon ma gli è molto vicino.

15 minuti: Verstappen, Leclerc, Perez, Ocon, Hamilton, Vettel, Alonso, Latifi, Russell, Norris. Zhou pit stop.

Leclerc detiene ancora il giro veloce ma si trova ad oltre 13 secondi da Verstappen e 4 da Perez.

18 minuti: Ocon ancora riesce a difendersi da Hamilton.

20 minuti al termine: Leclerc chiede quante posizioni perde se si ferma ai box e gli comunicano che perderà 5 posizioni e rientrerà dietro ad Alonso.

21 minuti al termine: Russell supera Tsunoda per la decima posizione. Leclerc si trova ad oltre 10 secondi da Verstappen e Perez è a 5 secondi.

Dal box comunicano a Leclerc che tra poco dovrebbe piovere. Il monegasco sta perdendo un secondo a giro dalle Red Bull. Mancano 22 minuti al termine.

Verstappen, Leclerc (+8.2s), Perez (+7s da Leclerc), Ocon (+5.9s da Perez), Hamilton (+0.6s da Ocon).

Leclerc perde tantissimo rispetto a Verstappen, adesso è a 6 secondi.

Schumacher è stato superato da tantissimi piloti, rientra per il pit (3.2s).

Giro veloce per Leclerc in 1:44.489. La situazione a 30 minuti dal termine: Verstappen, Leclerc, Perez, Ocon, Hamilton, Vettel, Schumacher, Alonso, Latifi, Norris.

Si è fermato anche Zhou (3.3s). Ocon supera Schumacher e si porta in quarta posizione.

Leclerc supera Schumacher e si porta in seconda posizione alle spalle di Verstappen.

Alonso rientra (2.5s) ed anche Ricciardo (3.2s).

Top ten: Alonso, Ricciardo, Schumacher, Verstappen, Leclerc (era dietro Zhou ma lo ha superato), Zhou, Perez, Ocon, Hamilton, Vettel.

Verstappen e Leclerc ai box. Pit stop Red bull 2.7, Leclerc 3.8s, Perez 3.1, Hamilton 3.8, Russell 4.2s.  Leclerc ha dovuto aspettare di ripartire dalla piazzola perchè stava arrivando Perez. Russell dice che hanno preso una pessima decisione.

Unsafe release tra Vettel che rientra dal pit davanti a Latifi. Norris (3.5s) e Bottas (3.5s) ai box per montare le intermedie. Hamilton invece sostiene che sia da full wet.

Partenza! Verstappen resta davanti, tutti i piloti che seguono si tolgono dalle scie perchè non si vede molto. Vettel (3.6s) e Latifi (3.2s) si fermano ai box per montare le intermedie.

Leclerc è molto vicino a Verstappen e gli si affianca quasi. Ma c’è ancora la Safety.

La Safety Car rientra al termine del giro e la gara paritrà quando mancano 41 minuti al termine.

Verstappen dice che il primo settore presenta dei fiumi ma secondo lui, se la gara ripartirà, dopo poco si potrebbe già passare alle intermedie.

Le condizioni della pista sono migliorate in quasi tutti i settori. Anche i piloti via radio lo stanno dicendo.

Semaforo verde finalmente!

RIPARTENZA ALLE ORE 9.15! Se la gara partirà, ci saranno 47 minuti di gara.

Alcuni piloti intanto si affacciano sul muretto per salutare il pubblico in tribuna che pazientemente sta aspettando la ripartenza.

Lewis Hamilton su Instagram dice che i piloti capirebbero subito se la pista è guidabile o meno. Chiede quindi di tornare in pista. Ormai manca un’ora al termine delle tre ore limite per la gara.

I meccanici Ferrari stanno riportando dalla pit lane la monoposto incidentata di Carlos Sainz.

Chris Horner sostiene che è stato giusto partire con la gara ma le condizioni erano proibitive e Sainz è stato fortunato a non essere stato colpito. Secondo lui ripartire in queste condizioni sarebbe troppo pericoloso.

Se la gara non dovesse ripartire, i punti verrebbero assegnati soltanto ai primi cinque piloti. Sei punti per Max Verstappen, quattro per Charles Leclerc, tre per Sergio Perez, due per Esteban Ocon e uno per Lewis Hamilton.

Manca un’ora e mezzo al termine della gara ma ancora non è stata data informazione sulla eventuale partenza. Intanto non si placano le polemiche per i trattori in pista, il padre di Jules Bianchi molto duro su Instragram scrive che non c’è rispetto per la vita dei piloti e per la memoria di suo figlio. Lando Norris affida ad un tweet il suo pensiero “Com’è successo? Abbiamo perso una vita in questa situazione anni fa. Rischiamo la vita, soprattutto in condizioni come questa. Vogliamo correre. Ma questo…inaccettabile”.

Gasly è andato in direzione gara a chiedere spiegazioni sulla presenza dei trattori in pista. La direzione gara si è difesa dicendo che in regime di bandiera rossa i veicoli per il recupero possono entrare in pista.

Continua a piovere a Suzuka quando manca un’ora e trentotto minuti. Non ci sono ancora indicazioni sulla eventuale ripartenza.

Non si ferma il countdown della durata della gara. Mancano 1h e 50 minuti alla fine ufficiale della gara (sono le ore 8.13). Al momento le condizioni della pista non sembrano migliorare.

In pista sta girando la Medical Car ma non ci sono comunicazioni per la ripartenza.

RIPARTENZA SOSPESA!

Mancano due minuti al via, saranno effettuati diversi giri dietro la Safety Car.

Dall’onboard di Verstappen in regime di Safety Car si vede che i trattori in pista in realtà erano 2. Erano sull’erba ma, con le condizioni che c’erano in pista, perdere la monoposto per l’aquaplaning non era così difficile. Situazione pericolossissima quindi.

RIPARTENZA ALLE ORE 7.50 CON SAFETY CAR!

Gasly è molto arrabbiato perchè mentre rientrava ai box per il cartellone pubblicitario si è trovato davanti un trattore. Purtroppo la storia su questa pista ci ricorda l’incidente di Jules Bianchi in cui perse la vita proprio a causa di un incidente contro un trattore.

La direzione gara informa che è stata messa la bandiera rossa per il peggioramento delle condizioni della pista ed anche per favorire il recupero in sicurezza delle monoposto ferme in pista.

Mattia Binotto, Team Principal Ferrari, dice che non è sicuro si possa partire con le intermedie e forse non ci sono nemmeno le condizioni per ripartire.

Dal radar sembra che la situazione potrebbe migliorare. Ancora non abbiamo notizie di orari di una eventuale ripartenza.

Dagli onboard si capisce quanto fosse difficile guidare con queste condizioni. La quantità d’acqua alzata dalle vetture rendeva praticamente impossibile vedere qualcosa per i piloti dietro. Sainz è stato molto fortunato di non essere stato preso da nessuno.

BANDIERA ROSSA! Le condizioni della pista sono abbastanza proibitive. Tutti i piloti prendono posto in pit lane. Queste sono le posizioni: Verstappen, Leclerc, Perez, Ocon, Hamilton, Alonso, Russell, Ricciardo, Tsunoda, Schumacher, Stroll, Magnussen, Norris, Bottas, Latifi, Vettel, Zhou e Gasly. Era in corso il terzo giro su 53 previsti.

Zhou si gira fortunatamente senza conseguenze. Gasly riesce a raggiungere i box e monta le full wet.

Fuori anche Albon mentre Gasly sta procedendo in pista con un cartellone pubblicitario sulla macchina. Dal replay della partenza si vede Vettel che va al contatto con Alonso e si gira. Comunque riesce a ripartire.

Colpo di scena: SAINZ A MURO! Safety car in pista!

Si spengono i semafori: partiti! Tutti i piloti hanno montato le intermedie. Leclerc sembra riuscire a superare Verstappen che però allunga la staccata e riesce a mantenere la prima posizione. Carlos Sainz ha perso la posizione a favore di Sergio Perez.

È iniziato il giro di formazione. Con la partenza dalla pit lane di Gasly, cambiano le ultime due file. Fila 9: Magnussen – Stroll e Fila 10: Gasly-Latifi

Buongiorno a tutti e ben ritrovati! Mancano pochi minuti al via del Gran Premio del Giappone. Come previsto, in questo momento sta piovendo. Pierre Gasly partirà dalla pit lane.

Vincent Marre.