GRAN PREMIO DEL GIAPPONE, IL COMMENTO DEI PILOTI DEL PODIO: VERSTAPPEN COMMENTA LA VITTORIA DEL CAMPIONATO, LECLERC SI CONGRATULA CON LUI

Rudy Carezzevoli/Getty Images

Max Verstappen apprende in diretta durante le interviste di essere campione del mondo. In teoria i punti non sarebbero dovuti essere assegnati interamente in quanto la gara si è svolta soltanto per tre quarti d’ora. Invece la direzione gara ha deciso di dare punteggio pieno perchè la gara non è stata a giri ma a tempo. La gara ha visto Charles Leclerc tagliare il traguardo in seconda posizione davanti a Sergio Perez ma il pilota monegasco è stato penalizzato di 5 secondi per aver tagliato l’ultima chicane.

Max Verstappen: “sono molto contento che abbiamo potuto correre alla fine, pioveva piuttosto forte ed era davvero difficile guidare. Però per fortuna abbiamo fatto un buon numero di giri e la macchina volava anche in condizioni da intermedie. Sono molto contento di aver vinto qui e sono molto felice di vedere tutti questi tifosi che sono rimasti sul circuito, alla fine faceva un po’ buio ma sono molto contento di essere riuscito a correre. Sono molto contento inanzitutto perchè siamo riusciti a gareggiare, arrivare fin qui e non poter fare la gara sarebbe stato terribile. Vincere il campionato qui ovviamente sarebbe stato grandioso però abbiamo un’ottima opportunità anche alla prossima gara ovviamente”. Dopo aver ricevuto la notizia dei 5 secondi di penalità per Leclerc, che passa dalla seconda alla terza posizione, Verstappen viene richiamato per l’intervista, dato che è diventato campione del mondo. “Cosa dire, è incredibile. È molto speciale poterlo fare davanti a tutto il team Honda, davanti a tutti i tifosi giapponesi, è davvero incredibile. È pazzesco, emozioni davvero contrastanti ma inanzitutto per la vittoria della gara ma, guardandomi indietro, dato che ho vinto il campionato, abbiamo avuto un’annata davvero incredibile quest’anno. Un qualcosa che non avrei mai potuto immaginare, già dopo l’anno scorso che abbiamo lottato fino all’ultima gara e aver avuto una macchina così buona quest’anno, sono davvero molto grato a tutto il team che è qui ma anche a quello in fabbrica che sta lavorando e lavora costantemente senza fermarsi mai e senza mai perdere la motivazione nel cercare di fare andare la macchina più veloce. Al di là di questo, parlando della macchina, bisogna anche parlare del lavoro che abbiamo fatto insieme con la Honda, ogni anno migliorando costantemente e rapidamente ed ora abbiamo vinto due volte insieme a loro ed è davvero qualcosa di molto emozionante, specialmente qui con tutti che ci guardano perchè chiaramente c’è un pochino di pressione in più ma è una pressione positiva e sono molto fiero di esserci riuscito proprio qui. Il primo mondiale credo sia sempre più emozionante ma il secondo è più bello per il modo in cui abbiamo affrontato questa stagione, le tante vittorie, le doppiette, il lavoro di squadra. Siamo in testa anche nel campionato costruttori, dobbiamo concentrarci su questo perchè vogliamo portarlo a casa. È stata un’annata davvero speciale e sono cose che devi ricordare perchè non capitano molto spesso.”

Peter Fox/Getty Images

Sergio Perez: “è stata una battaglia abbastanza frenetica con Charles, ma una bella battaglia, abbiamo combattuto con una grande durezza, ho provato a superarlo alla fine e credo che abbia avuto un bloccaggio, è stato un po’ duro. Ho cercato di andare all’esterno, poi lui è rientrato e credo che la penalità alla fine sia giusta. Certamente un gran risultato per noi, per la Honda e per tutti i fan giapponesi che sono stati fantastici. È una gran giornata per il nostro team, Max diventa campione del mondo ed è senza dubbio una giornata straordinaria per noi. Sicuramente molto bene, dobbiamo continuare di slancio fino alla fine della stagione”.

media.ferrari.com

Charles Leclerc: “è stata davvero una fatica, una sofferenza con le gomme negli ultimi giri, è un po’ come le ultime gare, partiamo molto bene con le gomme ma poi dopo 3-4 giri le distruggiamo. Una sofferenza stavolta però grandi congratulazioni a Max per il suo secondo campionato del mondo e noi continueremo a spingere fino alla fine. Oggi è stato frustrante, il passo non c’era dopo 4 giri però è andata così. L’obiettivo è quello di continuare a fare una bella stagione, il titolo di Max era soltanto una questione di tempo in realtà quindi sapevamo e ci aspettavamo che vincesse il titolo del mondo però dobbiamo sfruttare queste ultime gare per migliorare come team sperando di riuscire ad essere più minacciosi l’anno prossimo.”

Vincent Marre.