BUDGET CAP: SOLO UN’INFRAZIONE MINORE PER RED BULL

Mark Thompson/Getty Images

Nelle ultime settimane si sono sentite molte indiscrezioni per quanto riguarda il superamento del budget cap da parte di Red Bull ed Aston Martin. La cosa che aveva più incuriosito addetti ai lavori e i fan era che pareva che Red Bull avesse superato di quasi 10 milioni il tetto massimo di spese che ogni team deve avere, fissato a 145 milioni. Invece non è così, ha superato sì il limite ma entro il 5%, che comporta una penalità economica o sportiva.

“La FIA ha rilasciato il certificato di conformità a 7 dei 10 partecipanti: Aston Martin Aramco Cognizant Formula One Team è stata considerata in violazione procedurale del regolamento finanziario; Oracle Red Bull Racing è stata considerata in violazione procedurale e in violazione minore del regolamento finanziario; la Williams Racing ha rispettato i regolamenti finanziari in relazione al periodo di rendicontazione 2021 ad eccezione di una precedente violazione procedurale” si legge nel comunicato FIA. Per quanto riguarda Williams il problema è stato la consegna in ritardo del materiale da fornire ma il team si è già accordato con FIA ed ha già pagato una multa di 25.000 dollari. Per Aston Martin e Red Bull la FIA Cost Cap Administration si è presa il tempo di discutere quali sanzioni infliggere.

Vincent Marre.