FERRARI: CHI SOSTITUIRÁ BINOTTO? OPPORTUNITÁ PER LAURENT MEKIES E FREDERIC VASSEUR

Il toto-nome era già iniziato ben prima del comunicato Ferrari diramato nella mattinata di ieri, 29 novembre. Si è parlato di Brawn ad esempio, che però ha dichiarato proprio due giorni fa che è arrivato il momento per lui di ritirarsi. Pare ci siano stati colloqui anche con Christian Horner e Andreas Seidl ma sembra che entrambi abbiano rifiutato l’offerta.

Laurent Mekies potrebbe essere il candidato numero 1 per l’era dopo-Binotto. Al momento ricopre il ruolo di direttore sportivo Ferrari ed in precedenza ha lavorato per Minardi, Arrows e Toro Rosso. Ha fatto parte anche della FIA come responsabile della sicurezza ed è stato anche assistente del direttore di gara. Mekies ha già sostituito varie volte Mattia Binotto, quando l’ingegnere italiano non ha potuto partecipare a qualche gara. Questo renderebbe naturale la sua promozione a Team Principal.

L’altro nome ventilato nelle scorse settimane è stato quello di Fred Vasseur, oggi direttore della scuderia Alfa Romeo. Francese con esperienza pluriennale nel motorsport (oltre 25 anni), Vasseur sembra essere il nome più gettonato dopo aver guidato già top team come Renault. Inoltre il suo futuro in Alfa Romeo potrebbe essere a rischio per l’imminente arrivo di Audi: la casa tedesca potrebbe portare propri dipendenti nel Circus e Vasseur potrebbe non trovare posto nella nuova organizzazione. Altra referenza a suo favore, l’aver già lavorato con Charles Leclerc al suo esordio in Sauber ed aver mantenuto con lui un ottimo rapporto.

Probabilmente la decisione verrà resa pubblica soltanto ad inizio anno, visto che Mattia Binotto resterà nel suo ruolo fino al 31 dicembre 2022.

Vincent Marre.

CIRCUITO DI JEDDAH: PICCOLI CAMBI DI LAYOUT

Clive Mason/Getty Images

Dal 17 al 19 marzo 2023 si svolgerà la terza edizione del Gran Premio dell’Arabia Saudita, su un circuito di Jeddah che vedrà apportate delle modifiche rispetto alle ediioni precedenti.

Gli organizzatori hanno comunicato di aver modificato alcuni punti per migliorare la visibilità per motivi di sicurezza.

Queste le modifiche:

  • sono stati spostati i muretti lungo le curve 14 e 20, lasciando più spazio, e sono stati installati installati dei dissuasori;

  • alla curva 8 ed alla 10 sono stati modificati i muretti per migliorare la visibilità;

  • alle curve 3, 14, 19, 20, 21 sono stati installati più dissuasori;

  • è stata modificata la “S” tra le curve 22 e 23 ed è stato aggiunto un cordolo per ridurre la velocità di 50km/h;

  • alle curve 4, 8, 10, 11, 17 e 23 sono stati aggiunti dei cordoli smussati.

Martin Whitaker, amministratore delegato della Saudi Motorsport Company, ha spiegato i motivi per cui sono state apportate queste modifiche: “l’evoluzione del Jeddah Corniche Circuit continua a ritmo sostenuto e siamo lieti di aggiungere queste ulteriori modifiche al nostro magnifico circuito dopo aver consultato positivamente la FIA, la F1 ed i piloti. Le due gare precedenti qui a Jeddah hanno già confermato questo circuito cittadino come il più veloce ed emozionante del mondo e questi nuovi sviluppi non faranno che aumentare lo spettacolo che i fan possono aspettarsi di vedere il prossimo marzo, quando la F1 tornerà nella nostra città. È fondamentale per qualsiasi circuito ascoltare ed imparare da coloro che corrono lì ed utilizzare il loro feedback per crescere e migliorare in ogni momento. Siamo fiduciosi che questi cambiamenti porteranno a corse ancora più veloci, più entusiasmanti e, soprattutto, più sicure e non vediamo l’ora di vedere i più grandi piloti del mondo competere di nuovo qui sotto i riflettori nel 2023”.

Vincent Marre.

UFFICIALE! BINOTTO-FERRARI: É DIVORZIO!

Pochi minuti fa, la Scuderia Ferrari ha diramato un comunicato sul proprio sito, in cui viene confermato quanto trapelato più volte nelle scorse settimane: Mattia Binotto ha dato le dimissioni e, dal 31 dicembre, non farà più parte del Cavallino Rampante.

“Desidero ringraziare Mattia per i suoi numerosi e fondamentali contributi nei 28 anni passati in Ferrari ed in particolare per la sua guida che ha portato il team ad essere di nuovo competitivo nella scorsa stagione” ha dichiarato Benedetto Vigna, amministratore delegato di Ferrari. “Grazie a questo, siamo in una posizione di forza per rinnovare il nostro impegno, in primo luogo per i nostri incredibili fan in tutto il mondo, per vincere il più importante trofeo nel motorsport. Tutti noi della Scuderia e nella più vasta comunità Ferrari auguriamo a Mattia tutto il meglio per il futuro”. 

Queste, invece, le parole di Binotto: “Con il dispiacere che ciò comporta, ho deciso di concludere la mia collaborazione con Ferrari. Lascio un’azienda che amo, della quale faccio parte da 28 anni, con la serenità che viene dalla convinzione di aver compiuto ogni sforzo per raggiungere gli obiettivi prefissati. Lascio una squadra unita e in crescita. Una squadra forte, pronta, ne sono certo, per ottenere i massimi traguardi, alla quale auguro ogni bene per il futuro. Credo sia giusto compiere questo passo, per quanto sia stata per me una decisione difficile. Ringrazio tutte le persone della Gestione Sportiva che hanno condiviso con me questo percorso, fatto di difficoltà ma anche di grandi soddisfazioni.”

Chi prenderà il suo posto? Probabilmente lo sapremo soltanto a fine anno.

Vincent Marre.

 

ROSS BRAWN: “È IL MOMENTO DI RITIRARMI”

 

Lo annuncia così, nella rubrica che lui stesso tiene sul sito della Formula 1. Ross Brawn, 68 anni, è stato l’uomo chiave di moltissimi successi con la Benetton e la Ferrari, accanto al grandissimo campione Michael Schumacher. Nel 2009 ha creato una propria squadra, la Brawn GP, portandola al successo e vincendo sia il campionato costruttori che quello piloti con Jenson Button. Negli ultimi anni ha portato la sua esperienza in Liberty Media.

Queste le parole di Ross Brawn: “ho adorato tutto quello che ho fatto negli ultimi anni. Avevo smesso di voler lavorare come parte di una squadra, ho deciso che avevo fatto abbastanza! E quella era l’unica cosa che mi sarebbe piaciuta. Sono stato molto fortunato ad aver avuto l’opportunità di lavorare per Liberty ed è stata un’attività meravigliosa. È il momento giusto per me per ritirarmi. Abbiamo svolto il lavoro pesante e ora siamo in un periodo di consolidamento. C’è una nuova auto in arrivo nel 2026, ma è tra quattro anni, abbastanza per me, quindi è melgio che il prossimo gruppo di persone assuma quel ruolo. Penso di lasciare la F1 alla grande. Ho amato quasi ogni minuto dei miei 46 anni di carriera ed ho avuto la fortuna di lavorare con così grandi team, grandi piloti e persone straordinarie. Non cambierei nulla. Una certezza è che senza mia moglie ed il sostegno della mia famiglia non ce l’avrei fatta e non avrei voluto farlo. Ora guarderò la F1 dal mio divano, esultando ed imprecando come un fan di F1, felice che lo sport sia in uno slancio così fantastico con un futuro così fantastico”.

Questo comunicato mette a tacere le voci di un suo possibile grande ritorno in Ferrari, al posto di Mattia Binotto.

Vincent Marre.

MCLAREN E GULF OIL: FINE DELLA COLLABORAZIONE

Mark Sutton / LAT Images

A fine 2022 avrà termine il rapporto di collaborazione tra Gulf Oil e la McLaren: dopo quasi 3 stagioni insieme, le due prenderanno strade diverse. La partnership tra il team di Woking e la compagnia petrolifera americana è caratterizzata, nella storia, di periodi di collaborazione alternati a periodi di strade separate. Tutto è iniziato nel 1968, con una collaborazione durata 5 anni, sia in Formula 1 che nelle Can-Am series. Negli anni 90 i due si sono di nuovo uniti per la 24 Ore di Le Mans e, infine, a luglio 2020 fino a quest’anno con il team di Formula 1. Per celebrare la loro storica collaborazione, fu realizzata appositamente per il Gran Premio di Monaco una livrea speciale combinando i colori celeste ed arancione sulla MCL35M e le tute di Daniel Ricciardo e Lando Norris.

“Il rapporto con Gulf ha caratterizzato tutta la storia della McLaren. Ci sono tanti momenti iconici da ricordare, come la livrea di Monaco 2021. È una fine naturale della collaborazione ma c’è sempre spazio per dare un bentornato a vecchi amici come già fatto in precedenza” ha detto Zak Brown, CEO della McLaren.

Mike Jones, direttore esecutivo di Gulf Oil, ha commentato così: “siamo estremamente orgogliosi di ciò che abbiamo ottenuto con McLaren durante la nostra storica partnership. Anche se abbiamo condiviso molti momenti incredibili, tra cui l’iconica livrea del Gran Premio di Monaco e le nostre collezioni di merchandising su misura, la vera ricompensa è venuta dall’impegnarci con passione senza pari da parte dei fan e metterli al centro di tutto ciò che abbiamo fatto. Guarderemo indietro con grande affetto a tutti i ricordi che abbiamo creato e siamo entusiasti di ciò che riserva il futuro.”

Vincent Marre.

LA PORSCHE SUPERCUP AFFIANCHERÁ LA FORMULA 1 FINO AL 2030

La Porsche Supercup resterà in affiancamento al calendario di Formula 1 fino al 2030.

La Formula 1 e Porsche hanno esteso il contratto per i prossimi 8 anni, a ridosso del compimento del trentesimo anno di collaborazione. Dal 1993, infatti, il campionato di Formula 1 è stato affiancato a quello della Supercup in alcune delle date europee.

Stefano Domenicali, CEO di Formula 1, ha commentato con entusiasmo il rinnovo per altri 8 anni: “per più di 30 anni Porsche ha svolto un ruolo importante nel fine settimana di Formula 1. Non vedo l’ora di continuare la nostra relazione di lunga data che offre qualcosa di speciale ai nostri fan durante la nostra stagione europea ed oltre. È ancora un altro segno della nostra crescita e influenza come piattaforma dove i marchi leader vogliono continuare ad espandere le loro relazioni con noi e vedere il potenziale che esiste per tutti i nostri partner”.

La stagione 2023 prenderà il via ad Imola, in concomitanza del Gran Premio d’Emilia Romagna con 28 iscritti ufficiali (che possono essere aumentati in base al circuito) con la Porsche 911 GT3 Cup da 510CV.

Ecco il calendario della prossima stagione:

  • 19-21 maggio: Imola

  • 25-28 maggio: Montecarlo

  • 30 giugno – 2 luglio: Spielberg

  • 7-9 luglio: Silverstone

  • 21-23 luglio: Spa

  • 25-27 agosto: Zandvoort

  • 1-3 settembre: Monza

Vincent Marre.

MATTIA BINOTTO: “MICK È UN GRANDE PILOTA”

media.ferrari.com

Mick Schumacher non ha ottenuto i risultati sperati e il team Haas ha preferito non rinnovargli il contratto ed ingaggiare Nico Hulkenberg, ritenuto più esperto anche se non corre in Formula 1 da tre anni. L’annuncio di tale decisione è arrivato soltanto a fine stagione quando ormai, per il pilota tedesco, ogni posto da pilota ufficiale era occupato. Schumacher, dal canto suo, non vuole rinunciare alla Formula 1 ma al momento può solo ottenere un posto come terzo pilota. Toto Wolff, Team Principal Mercedes, ha già espresso il suo favore in tal senso ma ancora non ci sono stati contatti definitivi.

Mattia Binotto, Team Principal Ferrari, vorrebbe aiutare il giovane pilota a restare nel giro della Formila 1: “Inanzitutto Mick è un grande pilota. Penso che abbia sempre fatto progressi durante la sua carriera e lo abbia fatto anche durante questa stagione. Se guardiamo indietro a come ha iniziato e a dove sta finendo, penso che abbia dimostrato di essere in grado di migliorare. Come Ferrari e Ferrari Driver Academy crediamo che ora sia un grande pilota. Dopo che Haas ha in qualche modo optato per una scelta diversa in ottica 2023, dovremo sederci con Mick, cercando di decidere cosa sia meglio per il suo futuro. La decisione migliore è quella che va a suo favore. Non abbiamo nessun posto da offrirgli in questo momento e penso che la cosa più importante quando sei così giovane sia assicuarti di avere la migliore opportunità. Saremo completamente aperti a scelte diverse, ora dobbiamo sederci con lui e capire cosa fare”.

Vincent Marre.

CAMPIONATO 2023: LE LINEUP DI OGNI TEAM DI FORMULA 1

Abbiamo dovuto attendere l’ultima gara della stagione per avere le idee più chiare sui piloti ufficiali che prenderanno il via durante la stagione 2023. La Haas, infatti, ha ufficializzato l’arrivo di Nico Hulkenberg al posto di Mick Schumacher soltanto pochi giorni prima del Gran Premio di Abu Dhabi mentre il team Williams doveva attendere l’esito dell’ultima gara di Formula 2, sul circuito di Yas Marina, per capire se Logan Sargeant sarebbe riuscito ad ottenere la Superlicenza. Il pilota americano ha ottenuto i punti necessari ed è stato confermato al posto di Nicholas Latifi. Nei top team nessun cambiamento tra i piloti ufficiali.

Saranno queste le configurazioni di ogni squadra:

  • Red Bull: Max Verstappen – Sergio Perez

  • Ferrari: Charles Leclerc – Carlos Sainz

  • Mercedes: Lewis Hamilton – George Russell

  • McLaren: Lando Norris – Oscar Piatri

  • Alpine: Esteban Ocon – Pierre Gasly

  • Aston Martin: Fernando Alonso – Lance Stroll

  • Alfa Romeo: Valtteri Bottas – Guanyu Zhou

  • AlphaTauri: Yuki Tsunoda – Nyck De Vries

  • Haas: Kevin Magnussen – Nico Hulkenberg

  • Williams: Alexander Albon – Logan Sargeant

Il campionato di Formula 1 prenderà il via il 5 marzo 2023 in Bahrain e si chiuderà ad Abu Dhabi il 26 novembre 2023, includerà 24 gare e 6 gare sprint.

Vincent Marre.

TOTO WOLFF: “NON ABBIAMO MAI MOLLATO E L’ANNO PROSSIMO TORNEREMO”

Toto Wolff

Stagione molto difficile, quella appena conclusa, per il team Mercedes. Da vincitori del mondiale costruttori nel 2021 e vicecampioni del mondo per quanto riguarda Lewis Hamilton, il 2022 è iniziato in un modo molto insolito per la squadra. Con il nuovo regolamento la vettura sembrava essere progettata male e c’è stato anche un momento in cui girava voce che il team stava pensando di passare direttamente al progetto per il 2023. Invece, dopo il cambiamento del regolamento per limitare il porpoising, la Mercedes ha avuto una seconda parte di stagione sempre in crescendo fino ad arrivare ad una doppietta in Brasile nel penultimo appuntamento della stagione.

Putroppo la gara ad Abu Dhabi non ha replicato il risultato della precedente in quanto problemi alle gomme e mancanza di velocità in rettilineo hanno relegato i due piloti lontano dal podio.

“Eravamo la terza squadra più veloce ma con un guasto e problemi alle gomme. È un riassunto accurato della stagione. Penso che abbiamo sforzato le gomme nei primi giri, abbiamo spinto forte, la macchina sembrava essere davvero buona, poi l’anteriore destro ha ceduto, forse è qualcosa che avremmo dovuto pianificare. Sapevamo che Abu Dhabi sarebbe stata una gara difficile per la macchina, quindi eravamo preparati, ed il Brasile è stato semplicemente spettacolare dall’inizio alla fine con la doppietta finale, ma almeno abbiamo spuntato la casella per la vittoria della gara. Per prima cosa dobbiamo esporre queste auto nei nostri stabilimenti di Brackley e Brixworth per ricordarci ogni giorno quanto possa essere difficile. Non ci siamo arresi, il motore ha funzionato molto bene e sono orgoglioso di ciò che abbiamo ottenuto. Per quanto riguarda il telaio, ci sono stati maggiori momenti brutti rispetto a quelli belli, ma quelli belli sono stati spettacolari, come in Brasile, e ci hanno fatto capire quanto possa essere bello. Ora stiamo facendo di tutto per andare avanti per il prossimo anno. È difficile, fa male, è normale sia così, ma l’anno prossimo torneremo”.

Vincent Marre.

LOGAN SARGEANT AL VOLANTE DELLA WILLIAMS: “MI SONO SENTITO MOLTO A MIO AGIO”

Logan Sargeant ha partecipato al test Pirelli di martedì scorso ad Abu Dhabi. Una buona occasione per provare la macchina e acquisire esperienza al volante di una Formula 1. Sargeant aveva partecipato ad alcune sessioni di prove libere 1 durante questa stagione ed è stato confermato come pilota ufficiale della Williams solo pochi giorni fa: il suo futuro in F1 era in dubbio in quanto dovevamo aspettare l’ultima gara di F2, lo scorso fine settimana, per vedere se i punti ottenuti in classifica gli avrebbero permesso di ottenere la Superlicenza.

Il pilota americano martedì ha completato 82 giri al volante della FW44 completando diversi programmi e testando gli pneumatici per la prossima stagione.

“La giornata è andata bene” ha detto Sargeant. “Nel corso della giornata siamo progrediti gruadualmente, abbiamo portato a termine il nostro piano di test ed abbiamo fatto tutti i giri che dovevamo fare. Alla fine della giornata mi sono sentito molto a mio agio. È stato davvero bello avere una giornata intera piuttosto che le prove libere 1, per fare davvero i conti con tutto. C’è molto lavoro da fare nei prossimi tre mesi per prepararsi alla prossima stagione. Sarò rigorosamente in palestra, al simulatore e lavorerò con tutti a Grove per assicurarmi che nulla venga trascurato. Non vedo l’ora di tornare in pista per i test invernali della mia prima stagione in F1”.

Dave Robson, responsabile Williams, ha commentato le prime prestazioni di Sargeant come pilota ufficiale: “abbiamo avuto una giornata molto produttiva per concludere la stagione la stagione 2022. Entrambe le vetture hanno funzionato in modo affidabile per tutto il giorno, il che ha permesso ad Alex e Logan di eseguire i programmi stabiliti. Logan ha avuto la sua prima esperienza di una vera giornata di test di Formula 1, oltre ad avere riscontri sulle gomme 2023. Siamo stati in grado di fare molto più lavoro con lui di quanto sia possibile durante una sessione di prove libere 1 e tutto ciò che ha fatto lo preparerà bene per i cruciali test pre-campionato che avremo il prossimo febbraio. I tempi di oggi non significano molto perchè ogni pilota fa il proprio programma. Tuttavia è stato bello vedere entrambi i piloti in testa alla classifica, dopo aver fatto degli ottimi giri con le mescole più morbide. Logan ha guidato eccezionalmente bene ed ha pienamente meritato di essere così vicino ad Alex”.

Vincent Marre.