ALPHATAURI CONDANNA LE ACCUSE A SEGUITO DEGLI EPISODI AVVENUTI NEL GP D’OLANDA

(Photo by Peter Fox/Getty Images)

AlphaTauri e Yuki Tsunoda sono finiti nella bufera dopo il comportamento avuto domenica scorsa durante il Gran Premio di Olanda.

Il pilota giapponese si è reso protagonista di strani episodi e questo ha portato i tifosi, e non solo, a pensare che ci fosse l’intenzione di aiutare la Red Bull ad ottenere la vittoria. AlphaTauri e Red Bull, infatti, hanno in comune di apparetenere alla stessa proprietà.

Lo strano ritiro di Yuki Tsunoda, avvenuto a più riprese, ha scatenato diverse teorie di complotto e buttato benzina sul fuoco. Persino Toto Wolff ha dichiarato che se ci fosse stato in ballo il titolo mondiale lui avrebbe chiesto un’indagine ufficiale.

AlphaTauri non ci sta, respingendo e condannando fermamente le accuse in un comunicato stampa.

“È incredibilmente scoraggiante leggere alcuni degli appellativi e dei commenti diretti al nostro team e nei confronti del capo delle strategie Red Bull Hannah Schmitz. Un comportamento così denigratorio non può essere tollerato e concepire accuse di un comportamento scorretto è inaccettabile, falso e completamente irrispettoso nei confronti sia di Hannah che nostro. Noi abbiamo sempre pratecipato alle competizioni in maniera indipendente, corretta e con il più alto livello di rispetto e sportività. Yuki ha avuto un problema tecnico che il team non ha individuato immediatamente e che lo ha costretto a fermarsi in pista. Suggerire qualsiasi cosa di diverso è un insulto ed è profondamente sbagliato” si legge sul comunicato.

Vincent Marre.