ZHOU GUANYU ANALIZZA LA SUA PRIMA STAGIONE IN FORMULA 1

Il pilota cinese Zhou Guanyu approfitta della pausa estiva per fare il punto della propria situazione a metá stagione. L’unico pilota debuttante in Formula 1 per il 2022 al momento ha fatto delle buone gare e molti progressi rispetto ad inizio stagione nonostante sia stato penalizzato molto dai problemi di affidabilitá della sua Alfa Romeo. Su 13 gare, il pilota cinese ha ottenuto punti soltanto in due gare.

“Se ci ripenso, sono piuttosto impressionato dal lavoro che ho fatto e anche dai progressi che sono stato in grado di fare dal Bahrain in poi”, ha detto Guanyu Zhou. “Per 11 gare o 10 gare in meno, mi sentivo come se avessi passato ogni singola cosa che un pilota di F1 ha dovuto affrontare in 10 anni. Avere molti problemi di affidabilità mi ha costretto al ritiro dalla gara, ma fa parte del gioco, e poi avere un enorme incidente già in questa fase iniziale della mia carriera non è la cosa più bella. Io penso decisamente che avremmo segnato più punti se non avessimo avuto così tanti DNF, ma siamo stati almeno in grado di spuntare gli obiettivi: abbiamo superato la Q3, siamo andati a  punti due volte, quindi sono felice e in questo modo mostriamo una buona velocità e slancio andando avanti”.

“Intendo dire che nel complesso sono abbastanza felice. Soprattutto entrare in Q3, questa è sicuramente una grande sorpresa per me stesso perché non credevo di farlo nel mio primo anno, non pensavo che avrei avuto molte opportunità per farlo. Quindi farlo è stato un buon risultato, una buona spinta per me per andare avanti e migliorare. Ma d’altra parte, sento che le mie aspettative per me stesso stanno ovviamente aumentando perché anche se è ancora difficile, se sono fuori in Q1 mi sento sempre  piuttosto sconvolto ora. Perché se fosse l’inizio dell’anno mi sentirei bene, ora sento che la Q2 è sempre il mio obiettivo minimo anche se ora il campo è piuttosto ristretto”, ha aggiunto Zhou Guanyu.

In questo momento il pilota Alfa Romeo si trova in diciassettesima posizione in classifica avendo ottenuto 5 punti, di cui 1 nella gara di apertura in Bahrain, ed è stato protagonista dello spaventoso incidente al via del Gran Premio di Gran Bretagna dove la sua monoposto si  è ribaltata ed ha finito la propria corsa incastrandosi tra le barriere protettive e la rete che separa la pista dalle tribune. Nè Alfa Romeo nè Zhou hanno ancora certezze per quanto riguarda il loro futuro insieme. “In questo momento, non sento di dovermi preoccupare per il prossimo anno”, ha detto Zhou. “Anche se penso all’estate, Spa è il momento per parlare di futuro. In generale sento di non essere troppo preoccupato per quello che sarà il prossimo anno perché mi sento come se continuassi ad andare per la mia strada, continuando a migliorare gara dopo gara e non vedo nessun motivo per cui non dovrei stare qui” ha concluso.

Vincent Marre.