GRAN PREMIO D’OLANDA, SAINZ: “OGGI IL PASSO NON C’ERA”

Carlos Sainz ha finito la sua gara in quinta posizione ma è stato penalizzato di 5 secondi e ha perso 3 posizioni. Gara complicata per il pilota spagnolo, partito in terza posizione ma subito un contatto con Hamilton potrebbe aver compromesso il suo passo gara. Altri episodi, che hanno creato non poche polemiche, sono successi dopo ed hanno complicato la sua gara. Un sorpasso con bandiere gialle al limite della correttezza ma soprattutto i problemi al pit stop: richiamato improvvisamente al box, il pilota spagnolo ha trovato i meccanici impreparati ed ha dovuto attendere che arrivasse la gomma posteriore sinistra, perdendo circa 10 secondi. In un altro pit stop, il Team ha dato il via a Sainz per partire ma il pilota si è trovato davanti un meccanico della McLaren a lavoro su un cambio gomme ed ha dovuto frenare, rientrando poi in modo pericoloso davanti ad una Alpine. Proprio questo episodio gli è costato 5 secondi. Ecco le sue parole ai microfoni di Sky Sport.

Carlos Sainz: “dobbiamo guardare perchè non c’era molto passo all’inizio, c’era molto surriscaldamento delle gomme e anche alla fine con la gomma soft eravamo lenti e dobbiamo guardare perchè, perchè sinceramente oggi il passo non c’era. Ci sono stati un paio di incidenti che non hanno aiutato ed hanno penalizzato tanto la nostra gara, dobbiamo continuare ad imparare come squadra perchè succedono queste cose ma chiaramente abbiamo perso tanto tempo al primo pit stop e dopo c’è stato un unsafe release che non era un unsafe release, ho dovuto frenare per evitare un meccanico della McLaren che è andato davanti a me. Parlando del passo gara mi aspettavo di più, avere più passo di gara perchè chiaramente non siamo così felici con la gomma soft, non stiamo andando fortissimo con questa gomma e dobbiamo vedere perchè abbiamo questo problema e perchè la Mercedes e la Red Bull hanno un po’ più di passo gara di noi. So che nel piano c’è di mettere una Power Unit nuova, una Power Unit che ci salva anche un paio di chili visto che al momento sono ancora sovrappeso e speriamo che ci dia un po’ più di passo sia in qualifica che in gara rispetto a Max ed anche a Charles.”

Vincent Marre.