GRAN PREMIO DI CINA – GARA

Un terzo posto con Sebastian Vettel e un quinto con Charles Leclerc: è questo il bottino raccolto dalla Scuderia Ferrari Mission Winnow nel Gran Premio di Cina, millesima gara della storia della Formula 1 che si è disputata allo Shanghai International Circuit.

Al via Sebastian è scattato meglio del poleman Valtteri Bottas e ha provato ad affiancare il finlandese all’esterno della prima curva subendo però il sorpasso da parte di Charles all’interno. Il passo delle vetture davanti era leggermente superiore a quello delle SF90 per cui dopo dieci giri la squadra ha deciso di scambiare le posizioni per verificare se Sebastian riuscisse a tenere il passo di Bottas. Il primo pit stop anticipato di Max Verstappen ha poi costretto il team a fermare Sebastian, che ha montato pneumatici di mescola dura, così da non farlo finire dietro all’olandese che è invece riuscito a portare via la posizione a Charles.

Zak Mauger / LAT Images

Sebastian alla seconda sosta ai box (giro 35) si è fermato per ripartire nuovamente con un set di gomme medie imitato da Hamilton e Bottas che, all’uscita dal box, si è ritrovato dietro alla SF90 di Charles. La seconda sosta di Leclerc è arrivata al 42° giro e al rientro in pista il pilota di Monaco aveva quasi quindici secondi da recuperare a Verstappen.

Nel finale Vettel ha consolidato la propria terza piazza dietro ad Hamilton e Bottas mentre Charles ha rimontato gran parte dello svantaggio nei confronti del rivale olandese senza però riuscire a tentare l’attacco alla quarta posizione. Nel campionato costruttori la Ferrari occupa il secondo posto con 73 punti, mentre tra i piloti Sebastian è quarto con 37; Charles quinto con 36. Prossima gara il 28 aprile: GP dell’Azerbaigian.

Terza doppietta consecutiva in tre gare per Mercedes, con la vittoria di Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas. Due soste per la maggior parte dei piloti nel 1000° gran premio nella storia della Formula 1, con una strategia identica medium-hard-medium per i primi cinque al traguardo. Le temperature più basse rispetto al resto del fine settimana hanno influenzato il comportamento dei pneumatici in gara.

 

PUNTI CHIAVE

  • Strategie in primissimo piano, con i top team che si sono studiati a lungo nelle tempistiche per i pit stop, reagendo ai tentativi di undercut dei diretti rivali.
  • Oggi le condizioni meteo sono state molto diverse rispetto a ieri, con cielo nuvoloso, 21° ambiente e 29° asfalto.
  • Nei top team, il primo a fermarsi è stato Max Verstappen al giro 17, seguito poi da tutti i diretti rivali. I primi cinque piloti al via sono partiti su pneumatici C3 medium, ma con un ordine di arrivo diverso.
  • Pierre Gasly (6°), è stato il primo al traguardo dei piloti partiti su C4 soft. Il francese della Red Bull ha utilizzato tutte e tre le mescole disponibili, così come altri sette piloti. Si è fermato l’ultima volta al giro 53, scegliendo soft C4 per l’ultimo stint: una tattica che gli ha consentito di firmare il giro più veloce in gara, ottenendo il punto extra.
  • Alex Albon (Toro Rosso) è arrivato 10° dopo essere partito dalla pit lane, con una strategia a una sosta soft-hard, la stessa scelta da Daniel Ricciardo.

Sebastian Vettel #5
quote “Siamo contenti di esserci guadagnati un posto sul podio, ma nel complesso non possiamo dirci soddisfatti del tutto perché oggi eravamo troppo lenti. Speravamo di essere più a punto e di potercela giocare con le Mercedes ma non è stato così. Inoltre, è un peccato non essere riusciti a concludere con un terzo e quarto posto. Per quanto riguarda le decisioni del muretto box oggi la priorità è sempre stata la squadra della quale Charles e io siamo consapevoli di essere al servizio. Siamo liberi di fare la nostra gara ma prima di tutto dobbiamo mettere in condizione la Ferrari di lottare con i suoi rivali. Nel complesso penso che abbiamo una buona macchina ma non siamo ancora stati in grado di liberarne completamente il potenziale. Stiamo imparando molto di questa vettura, quindi è importante accumulare giri su giri per aumentare il feeling con essa. Stiamo ottenendo una rappresentazione sempre più chiara di ciò che ancora ci manca in questa fase, quindi credo che le prossime settimane saranno importanti per noi così da poter impostare la strada giusta per i prossimi mesi”.

Charles Leclerc #16
“Non è stata di sicuro una delle gare più facili della mia carriera visto che oggi sembrava non avessimo proprio il passo per lottare là davanti con i nostri rivali. La mia partenza è stata buona poi, sia io che Sebastian, abbiamo iniziato a faticare con le gomme. Abbiamo scambiato le posizioni e pensavo che lui sarebbe riuscito ad avvantaggiarsi su di me ma non è andata così e questo non ha fatto bene alla mie gomme dal momento che si sono surriscaldate e come conseguenza ho perso del tempo. Con il mio secondo set di gomme speravamo di riuscire ad arrivare fino in fondo ma purtroppo mi sono dovuto fermare ancora e così ho perso una posizione. Ci siederemo tutti insieme per capire che cosa poteva essere fatto in maniera migliore e ci presenteremo alla prossima gara ancora più forti per provare a cercare il risultato che vogliamo.”