Formula 1: la McLaren punta in alto

Zak Mauger / LAT Images

Il team della McLaren ha salutato la stagione di Formula 1 dopo il Gran Premio ad Abu Dhabi celebrando una delle sue migliori stagioni da diverso tempo. Zak Brown, amministratore delegato della squadra, ha però voluto allentare la pressione sulle voci che proiettano il team nell’elitè della disciplina.

La squadra con base a Woking ha concluso la stagione conquistando il quarto posto nella classifica generale dei costruttori, segnando il miglior risultato dal lontano 2012, anno in cui vinse una gara. Uno dei punti più alti dell’annata è senza ombra di dubbio il podio di Carlos Sainz nel Gran Premio del Brasile, il primo della McLaren dal 2014 (nell’occasione lo spagnolo si è aggiudicato il terzo posto alle spalle di Max Verstappen e Pierre Gasly).

Andy Hone / LAT Images

Ora che si sono affermati come i migliori costruttori della Formula 1, classifica chiusa davanti alla Renault, dovranno essere abili nel colmare il divario che attualmente esiste con Mercedes, Ferrari e Red Bull, tre team tutt’altro che facili da fronteggiare e che ormai si sono consolidati come ‘intoccabili’.

“Non dobbiamo aspettare i miracoli per il prossimo anno, perché se guardiamo la Mercedes, ci sono volute un paio di stagioni per essere nella posizione in cui si trovano attualmente, proprio come la Red Bull, quindi ci vorrà del tempo. Tuttavia, è chiaro che nel 2019 abbiamo superato le aspettative” ha affermato l’amministratore delegato della McLaren Brown.