C’è speranza per la Ferrari a Singapore?

Charles Leclerc, Ferrari SF90 (Foto: Glenn Dunbar / LAT Images)

E’ stato chiaro fin da subito il fatto che la Ferrari non è al livello di Mercedes e Red Bul per questo weekend. L’accelerazione non è il top e ci sono dei difetti anche per quanto riguarda la propulsione posteriore. Sia Leclerc che Vettel hanno trovato traffico nelle loro sessioni, ma il lavoro da fare per riuscire a colmare il divario di 0.8 secondi è molto.
“E’ l’equilibrio dell’auto”: questa è stata la risposta di Vettel quando gli è stato chiesto qual’era il motivo del ritardo. “Sto faticando abbastanza con la parte anteriore, su lunghe distanze iniziava a fare troppo caldo e si scivolava anche”.
“Ovviamente, sul breve, i nostri giri non sono stati molto puliti ma abbiamo trovato traffico entrambi, quindi non è facile giudicare. Nel complesso penso comunque che possiamo correggere qualcosa sull’equilibrio, dobbiamo migliorare ancora l’auto e poi vedremo come andrà a finire”.
Nel primo settore la Ferrari è stata la più veloce, soprattutto tra le curve 5 e 7. Al primo terzo di giro il distacco tra Vettel e Hamilton era 0.262, ma nel secondo settore ha perso più del doppio e nel terzo si sono aggiunti altri 0.374 secondi.

Autore: Vincent Marre