Gran Premio di Ungheria: organizzazione convinta del 2 Agosto

Mark Sutton / LAT Images

L’organizzazione del Gran Premio di Ungheria è fiduciosa sul fatto che la gara si svolga regolarmente il 2 Agosto nonostante la pandemia globale di Coronavirus.
L’inizio della stagione di Formula 1 é stato stravolto: le prime 10 gare sono state posticipate o addirittura, in alcuni casi, cancellate. Ora la F1 confida di dare il via alla stagione nella gara, che si disputerà a porte chiuse, il 5 luglio in Austria; il CEO Chase Carey si è detto “sempre più convinto” che gli eventi estivi in Europa si disputeranno regolarmente.
Inizialmente gli appuntamenti in Gran Bretagna e Ungaria erano programmati dopo l’Austria. Silverstone, che avrebbe ospitato il GP della Gran Bretagna, ha già informato i tifosi che ogni evento di quest’anno verrà svolto a porte chiuse, senza pubblico.
L’organizzazione del GP ungherese ha fatto sapere che è aperta a ogni soluzione.

Leclerc, la singolare esultanza per gli Esports con la pasta

World copyright: Vincent Marre

Charles Leclerc ha vinto la seconda gara consecutiva di Esports Formula 1 nel Gran Premio virtuale di Cina domenica, ed ha esultato preparandosi un piatto di pasta. Il 22enne pilota della Ferrari, che nella scorsa stagione ha ottenuto due vittorie consecutive in Belgio e in Italia, ha vinto dalla pole position due settimane dopo aver debuttato nel GP vietnamita virtuale.
Correndo su un simulatore installato nella sua abitazione a Monaco, Leclerc ha vinto precedendo il britannico, con passaporto thailandese, della Red Bull Alexander Albon di due secondi e mezzo. I due si sono affrontati in un duello ruota a ruota dopo i pit stop: Leclerc ha affondato il colpo passando Albon con una mossa ben calcolata. Il pilota cinese F2 e il vincitore del primo round Guanyu Zhou sono arrivati ​​terzi per la Renault.
“Mi sto divertendo molto a giocare e anche a trasmettere in streaming. E mi diverto ancora di più quando vinco. Ma i festeggiamenti a fine gara danno sensazioni molto diverse rispetto alla realtà. Spegnere il PC e prepararsi un piatto di pasta in bianco è un po’ meno glamour degli spruzzi di champagne sul podio” ha scritto Leclerc sul suo profilo Twitter.

Coronavirus, salta anche il Gran Premio di Monaco

Jerry Andre / Sutton Images

Per la prima volta dal 1954, dalle strade di Monaco non si udirà l’eco dei motori di Formula 1 dopo che l’Automobile Club de Monaco (ACM), ha annunciato la cancellazione del Gran Premio di Monaco di quest’anno.
In precedenza era stato annunciato che la gara era stata rinviata, insieme al Gran Premio olandese e spagnolo, ma l’ACM è poi tornata sui suoi passi e ha comunicato che “con grande tristezza” la gara sarà annullata.
La corsa, che quest’anno era in programma dal 21 al 24 maggio, si tiene ogni anno dal 1955 ed è iniziata nel 1929. Anche il Gran Premio Storico di Monaco, che si tiene in vista della gara di F1, è stato cancellato.

Inizio della stagione: FIA e Formula 1 dicono la loro

World Copyright: Glenn Dunbar/LAT Images

In seguito alla cancellazione del Gran Premio d’Australia (che avrebbe dovuto inaugurare la nuova stagione di Formula 1) e al rinvio delle gare in Cina, Bahrein e Vietnam, la Formula 1 e la FIA hanno dichiarato di aspettarsi che la stagione 2020 inizi alla fine di maggio, anche se la previsione è strettamente legata ai continui aggiornamenti sul Coronavirus.
Il repentino contagio da COVID-19 ha costretto il rinvio del l’appuntamento cinese del calendario il mese scorso. Giovedì poi è stata annullata anche la gara di apertura della stagione a Melbourne, dopo che un membro del team della McLaren è risultato positivo al test per il virus. Sabato anche il Gran Premio del Bahrain, che si sarebbe tenuto il prossimo fine settimana, e il primo Gran Premio del Vietnam, in programma per l’inizio di aprile, sono stati rinviati.
In una dichiarazione congiunta della Formula 1, della FIA, si legge: “A seguito dell’annuncio della cancellazione del Gran Premio d’Australia questa settimana e della natura imprevedibile e continuamente in evoluzione della situazione COVID-19 a livello globale, Formula 1 e la FIA hanno preso queste decisioni al fine di garantire la salute e la sicurezza del personale viaggiante, dei partecipanti al campionato e dei tifosi, che rimane la nostra principale preoccupazione “.

Ufficiale, cancellato il Gran Premio d’Australia per Coronavirus

Sam Bloxham / LAT Images

La Formula Uno ha deciso di cancellare il Gran Premio d’Australia in programma domenica, che sarebbe stato il primo appuntamento della nuova stagione 2020. La decisione è frutto anche del fatto che la McLaren giovedì ha reso noto che un membro del team è risultato positivo al Coronavirus.

Il team britannico ha confermato che il soggetto è entrato immediatamente in quarantena dopo la positività al test, ma la scuderia aveva già deciso di ritirarsi dal GP australiano. Anche il team Haas ha effettuato tamponi su quattro componenti del team, che sono risultati negativi come gli altri quattro che erano stati controllati nei giorni scorsi.

Gran Premio in Australia: la McLaren non correrà

Steven Tee / LAT Images

La McLaren ha deciso che non correrà nel Gran Premio in Australia dopo aver riscontrato un caso positivo al Coronavirus nel team.
La scuderia inglese ha effettuato i tamponi e successivamente ha annunciato un caso di positività. La McLaren ha aggiunto che il soggetto si è immediatamente autoisolato ed è attualmente a stretto contatto con le autorità competenti.

Gran Premio del Bahrain: si correrà a porte chiuse

Il Gran Premio del Bahrain di Formula 1 sarà riservato ai soli partecipanti e nessun tifoso sarà autorizzato a partecipare a causa dell’emergenza coronavirus. Lo hanno comunicato domenica gli organizzatori.
I casi positivi nel Paese sono 83, principalmente persone che hanno viaggiato in Iran.

Coronavirus: la FIA istituisce un comitato di crisi

L’organo di governo della Formula 1, la FIA, ha istituito un comitato di crisi per monitorare costantemente la diffusione del coronavirus e il suo potenziale impatto sulla disciplina.
Il Gran Premio cinese è già stato posticipato a seguito della diffusione del coronavirus COVID-19, mentre (al momento) tutte le altre gare di Formula 1 proseguiranno come da programma, a partire dal Gran Premio australiano il prossimo weekend. Nel frattempo, la serie di monoposto completamente elettrica, la Formula E, ha annullato le gare in Cina e in Italia – due dei Paesi con i più alti tassi di casi COVID-19. Il neonato comitato di crisi della FIA si incontrerà ogni due giorni per valutare in che modo la diffusione del coronavirus influisce sugli sport motoristici in tutto il mondo.
“Il professor Gérard Saillant, presidente della commissione medica della FIA, ha tenuto una presentazione dettagliata sullo sviluppo dell’epidemia di coronavirus COVID-19 (alla riunione di venerdì del World Motor Sport Council della FIA)”, si legge in una nota. “Un comitato di crisi della FIA è stato istituito e si riunisce ogni due giorni per prendere in considerazione gli ultimi sviluppi in tutto il mondo” conclude.

F1: la Williams è pronta a risorgere

Claire Williams – Williams Racing

La nuova stagione di Formula Uno sarà di vitale importanza per la Williams, che nelle ultime stagioni ha fornito prestazioni ben al di sotto della propri reputazione. Basti pensare che negli ultimi due campionati h totalizzato appena otto punti.
Lo ha ammesso anche Claire Williams, vice caposquadra e figlia del fondatore Frank.

Coronavirus: la Formula E rinvia la gara a Roma

La corsa di Formula E inizialmente in programma per il 4 Aprile a Roma è stata rinviata per l’emergenza coronavirus, come hanno annunciato gli organizzatori nella giornata di venerdì.
Quella nella Capitale è la seconda gara in questa stagione ad essere annullata a causa del virus. L’appuntamento a Sanya, previsto per il 21 marzo, è già stato annullato.