Attacco a Bottas-Perez, Lewis Hamilton chiarisce l’accaduto

Steve Etherington

Lewis Hamilton si è affidato ai social per chiarire i commenti fatti su Sergio Perez e Valtteri Bottas dopo essere arrivato secondo nel Gran Premio di Città del Messico.

Il britannico, cercando di spiegare il ritmo della Red Bull, ha dichiarato: “Era incredibile, non potevamo fare molto contro di loro oggi. Quando hai Perez alle calcagna, allora capisci che la macchina è veloce”.

In diversi hanno accusato il sette volte campione di aver stuzzicato eccessivamente il pilota della Red Bull, ma poi su Instagram ha chiarito: “Voglio solo assicurarmi che le persone non interpretino male quello che stavo dicendo ieri”, ha scritto. “Ho molto rispetto per Sergio Perez e penso che stia facendo un ottimo lavoro nella sua nuova squadra. È migliorato tanto in questa stagione e so quanto sia difficile progredire con una nuova squadra, ci vuole tempo. Con il imo commento volevo solo dire che seguire un’altra macchina in Messico è complicatissimo a causa della bassa resistenza, ecco perchè ci sono pochi sorpassi. Nonostante questo, il messicano mi è stato incollato e gli vanno fatti i complimenti”.

Hamilton ha anche rivolto i suoi commenti sul compagno di squadra della Mercedes Valtteri Bottas, quando ha affermato che il finlandese aveva “lasciato lo spazio” all’inizio della gara permettendo a Max Verstappen di passare in testa alla prima curva.

Di nuovo, sul suo Instagram, ha scritto: “Abbiamo tutti brutte giornate. Viviamo, sbagliamo e impariamo. Ieri ho detto che Bottas ha lasciato troppo spazio ho ricevuto diverse critiche. Siamo una squadra e vinciamo e perdiamo come squadra. Non c’è una sola persona responsabile di vincere o perdere, lo facciamo insieme nel bene o nel male. Puoi essere in grado di batterci ma non puoi romperci! Alla prossima Valtteri, continuiamo a spingere fratello”.

Hamilton si dirige in Brasile questa settimana dietro il rivale del titolo Verstappen di 19 punti, con solo quattro gare.

Vincent Marre.